Come predisporre un bilancio per le associazioni e fondazioni no profit

Il bilancio di un’associazione no profit è uno strumento contabile fondamentale che rappresenta la fotografia finanziaria dell’organizzazione in un dato periodo. Esso comprende il rendiconto finanziario e patrimoniale dell’ente, evidenziando entrate, uscite e la situazione del patrimonio.

Obbligo di bilancio: cosa prevede la legge?

Le associazioni e fondazioni no profit sono tenute per legge a redigere e presentare annualmente un bilancio. Questo è un obbligo fondamentale per garantire trasparenza e responsabilità nelle attività dell’organizzazione.

Qual è la differenza tra bilancio consuntivo e preventivo?

Il bilancio consuntivo è lo strumento contabile che rappresenta la situazione finanziaria dell’ente al termine dell’esercizio.

Il bilancio preventivo, invece, è il rendiconto che proietta le entrate e le uscite previste per il periodo successivo.

Hai bisogno di supporto per redigere il bilancio della tua associazione? Contatta i nostri esperti.

Come predisporre un bilancio per le associazioni no profit?

Per predisporre un bilancio, l’associazione deve tenere una corretta contabilità dell’Ente. Questo implica registrare tutte le transazioni finanziarie in modo accurato e dettagliato. Successivamente, si procede alla redazione del bilancio, seguendo il modello specifico per le associazioni no profit.

Il bilancio di un’associazione no-profit include 4 sezioni essenziali:

  1. lo Stato Patrimoniale mostra il patrimonio netto e le attività e passività dell’associazione;
  2. il Rendiconto della Gestione evidenzia il risultato economico dell’Ente;
  3. la Relazione di Missione.

Solitamente definito dalle normative vigenti nel paese di riferimento, questo modello comprende la relazione di missione dell’organizzazione, che illustra le attività svolte e i risultati ottenuti nel periodo di riferimento.

Rivolgiti a Studio Commercialisti per la gestione della contabilità e degli adempimenti fiscali della tua associazione no profit.

Iter, termini e procedure di approvazione di bilancio: cosa devi sapere

Se ne ricorrono i presupposti, una volta redatto, il bilancio deve essere sottoposto alla revisione legale da parte di un revisore contabile. L’approvazione del bilancio in un’associazione è responsabilità del Consiglio Direttivo, ma è compito dell’Assemblea dei soci approvarlo.

Prima dell’approvazione, il bilancio deve essere reso disponibile per la consultazione dei soci per almeno 15 giorni presso la sede dell’associazione. L’approvazione deve avvenire entro 4 mesi dalla fine dell’anno sociale.

L’assemblea esamina il bilancio durante una seduta ordinaria. Per l’approvazione alla prima convocazione, è necessaria la presenza della metà più uno dei soci aventi diritto; alla seconda convocazione, questo requisito non è richiesto, e l’approvazione può avvenire indipendentemente dal numero di soci presenti. La delibera avviene a maggioranza.

Una volta approvato, il bilancio e il verbale devono essere conservati presso la sede legale dell’associazione per almeno 10 anni.

Hai bisogno di supporto per la gestione della contabilità e gli adempimenti fiscali della tua organizzazione non profit? Il nostro team di specialisti di fornirà una consulenza amministrativa, contabile e fiscale: rivolgiti a Studio Commercialisti Padova.